FAQs2018-11-25T15:59:38+00:00
Caffettiera Moka: come usarla?2018-11-22T17:44:21+00:00

È vero che alla Casa Vacanze SPQR trovate la Dolce Gusto, in grado di farvi gustare un perfetto espresso e molte altre bevande; ma se volete prepararvi un vero caffè tradizionale, come quello che tutte le famiglie italiane gustano ogni mattina, dovreste provare la caffettiera Moka!

caffettiera Moka

La Moka Bialetti: storia della caffettiera italiana più diffusa

La Moka è una caffettiera ideata dall’Ing. Alfonso Bialetti nel 1933. Il suo nome deriva dalla città di Mokha nello Yemen, dal cui porto a quei tempi arrivavano in Europa le migliori qualità di caffè. La Bialetti continua tuttora a produrre lo stesso modello, e quella che trovate a SPQR è l’originale, con la tipica forma ottagonale in alluminio che rappresenta uno degli elementi distintivi e di originalità del prodotto.

Una caffettiera Moka Bialetti originale è riconoscibile dal logo dell’Omino coi Baffi stampato sulla base. Ideato da un famoso designer italiano, l’Omino coi Baffi era in effetti la caricatura animata dello stesso Ing. Bialetti. Milioni di bambini italiani sono cresciuti con lui divertendosi a guardarlo negli spot televisivi degli anni ’50 e ‘60, ridendo per le sue buffe storie e per la sua bocca che prendeva la forma delle lettere che pronunciava. Potete rivederlo QUI.

Oggi la Moka Bialetti è riconosciuta in tutto il mondo come icona del Made in Italy: un capolavoro del disegno industriale italiano presente in molte esposizioni di arte moderna, come ad esempio la Triennale di Milano, il Design Museum di Londra, il Wolfsonian-FIU di Miami ed il MoMA di New York.

Ecco come prepararsi un ottimo caffè con la Moka:

caffettiera Moka

Disegno in sezione della caffettiera Moka

  1. Munirsi di un buon caffè macinato in confezione sottovuoto specifico per la caffettiera Moka – quello per “Espresso” non va bene!
  2. Riempire di acqua fredda – del rubinetto o naturale in bottiglia – la base A della caffettiera Moka fino al livello B, senza mai superare la valvola di sicurezza C;
  3. Inserire nella base A il filtro dosatore D;
  4. Riempire totalmente di caffè macinato il filtro D, ma senza pressare;
  5. Controllare che la guarnizione di gomma e il filtro piatto siano inseriti correttamente nella base della parte superiore E;
  6. Avvitare con forza le due parti della caffettiera Moka: il vapore non deve sfiatare;
  7. Posizionare la caffettiera Moka su un fornello piccolo e con la fiamma al minimo;
  8. Il caffè inizierà a salire lentamente e silenziosamente nella parte superiore E;
  9. Appena la caffettiera Moka inizia a gorgogliare spegnere il fuoco: l’acqua non deve bollire, questo è il segreto per estrarre solo la parte migliore del caffè!
  10. Prima di versare il caffè nelle tazzine, mescolarlo con un cucchiaino;
  11. Quando è fredda, svitare e lavare accuratamente la caffettiera, strofinandola solo con la spugna abrasiva e l’acqua calda: NO SAPONE, NO LAVASTOVIGLIE!
  12. Riassemblare e riporre la caffettiera Moka solo quando è perfettamente asciutta.
caffettiera Moka

Il famoso Omino coi Baffi

 

Riscaldamento ed acqua calda2018-11-22T17:41:02+00:00

Alla Casa Vacanze SPQR riscaldamento ed acqua calda cono gestiti automaticamente. L’acqua calda per i bagni e la cucina è sempre accesa e disponibile, mentre l’impianto di riscaldamento è gestito da me tramite un’App. Non dovreste quindi aver bisogno di regolare o cambiare nulla, ma qui di seguito troverete alcune note utili all’utilizzo ottimale dell’impianto.

Caldaia

Funziona a gas, e per la vostra sicurezza si trova nell’armadio sul balcone della cucina, nella parte alta. È potente a sufficienza per alimentare impianto di riscaldamento ed acqua calda sanitaria.

Se vi sembra che i caloriferi non scaldino a sufficienza o che l’acqua non esca dai rubinetti abbastanza calda, controllate che la pressione dell’acqua sul manometro sia tra 1 e 1,5 bar – e se invece della temperatura il display mostra un codice di errore per favore fatemelo sapere.

Riscaldamento ed acqua calda

Blocco della caldaia

Se la caldaia non funziona (cioè se dai rubinetti non esce acqua calda ed i caloriferi sono freddi), potrebbe essere andata in blocco per vari motivi che provocano l’entrata in funzione dei sistemi di sicurezza di cui è dotata.
Uno di questi motivi, il più frequente in inverno, è la chiusura dei rubinetti dei caloriferi. È possibile che l’ospite che vi ha preceduto abbia chiuso le manopole della maggior parte dei caloriferi; la caldaia, rilevando che la circolazione dell’acqua è troppo limitata, potrebbe andare in blocco. Verificate che le manopole di tutti i caloriferi siano tutte ben aperte, ed apritele se sono chiuse. Si aprono ruotandole in senso antiorario fino a fine corsa. A questo punto premete il pulsante R (Reset) sulla caldaia che ripartirà automaticamente.
Se le manopole sui caloriferi erano già tutte aperte, il problema è un altro e richiede l’intervento di un tecnico specializzato, quindi per favore prendete nota del codice di errore e chiamatemi o mandatemi un messaggio di testo (il mio numero privato è sull’Home Book in casa).

Acqua calda sanitaria

Come in qualunque appartamento, facendo la doccia contemporaneamente nei due bagni potreste avere problemi a mantenere costante la temperatura dell’acqua, ma questo è normale. Almeno in inverno, quando è richiesta acqua più calda, consiglio di fare la doccia a turno.

Riscaldamento

Premetto che l’amministrazione cittadina, ai fini del risparmio energetico e per limitare l’inquinamento atmosferico, impone una temperatura entro i 20°C per un numero massimo di 12 ore/giorno, e solo tra il 1° novembre ed il 15 aprile.
Tramite l’App sul mio telefono cellulare, che comunica con il termostato in casa, gestisco personalmente le temperature ed i tempi di accensione del riscaldamento. Per cercare di non allontanarmi troppo dalle regole e di considerare le esigenze di comfort degli ospiti di SPQR, ho raggiunto un compromesso che prevede una temperatura più alta di quella consentita ma per un tempo più breve.
Il settaggio standard è quindi di 21°C tra le 7:00 e le 10:30 del mattino e tra le 19:00 e le 22:30 della sera.
Se avete esigenze diverse vi prego di farmelo sapere, senza toccare il termostato – che comunque potete consultare per vedere la temperatura programmata e quella effettiva.
Vi prego di non chiudere i rubinetti dei caloriferi – se sentite troppo caldo fatemelo sapere ed abbasserò la temperatura del termostato.
il giorno del vostro arrivo troverete la casa calda a prescindere dall’orario 😊

Nota sull’armadio

L’armadio sul balcone va tenuto sempre chiuso con i tre chiavistelli e con il lucchetto che blocca il chiavistello centrale. Questo perché gli sportelli potrebbero aprirsi con il vento, che a quell’altezza può essere a volte molto potente. La chiave del lucchetto si trova nel portachiavi bianco che normalmente dovrebbe essere nel cassetto del piccolo tavolo in soggiorno. Se avete bisogno di aprire l’armadio per usare la lavatrice o verificare la caldaia, è molto importante che poi lo richiudiate con i tre chiavistelli ed il lucchetto.

Spero che non abbiate alcun problema relativo a riscaldamento ed acqua calda, e che in caso contrario mi informiate subito. I miei contatti sono nell’Home Book di SPQR!

Forno a microonde Framtid di Whirlpool2018-11-15T21:50:14+00:00

Per la Casa Vacanze SPQR ho scelto il forno a microonde Framtid prodotto da Whirlpool e commercializzato da Ikea. Stilisticamente gemello del forno Realistisk, è semplice da usare e ne completa le funzioni. Qui di seguito elenco alcuni brevi consigli per il suo utilizzo, mentre le istruzioni originali complete le trovate QUI.

microonde Framtid

ATTENZIONE: NON INTRODURRE NEL MICROONDE METALLI DI ALCUN GENERE NÉ ALLUMINIO IN FOGLI!

Regolare l’orologio

Può servire perché in caso di interruzione della corrente l’orologio si azzera.

  1. Aprire lo sportello con il pulsante di apertura  (questo vi dà più tempo per la regolazione).
  2. Premere il tasto Stop  per 3 secondi. Le cifre delle ore lampeggiano. Impostare l’ora con i tasti +/-.
  3. Premere il tasto Start . Le cifre dei minuti lampeggiano. Impostare i minuti con i tasti +/-.
  4. Confermare la regolazione con il tasto Start .

Funzione Memo

Il forno memorizza il vostro programma (funzione, potenza e tempo) preferita, in modo che possiate richiamarla quando volete senza ripetere le impostazioni ogni volta.

  • Memorizzazione: selezionate la funzione ed impostate potenza e tempo come preferite, poi premete il tasto Memo per 3 secondi fino al segnale acustico.
  • Utilizzo: premere prima il tasto Memo e poi Start .

Cuocere, riscaldare e scongelare con il microonde Framtid

  1. Con i tasti +/- impostare il tempo di funzionamento.
  2. Con il tasto Potenza impostare il livello di potenza (premere ripetutamente per cambiarlo).
  3. Avviare il forno premendo Start .

Tempo e potenza possono essere modificati senza fermare il forno. Premendo ripetutamente il pulsante Start il tempo si incrementa di 30 secondi alla volta. QUI troverete una tabella con i livelli di potenza consigliati per alcuni alimenti.

Scongelamento rapido

Da utilizzare SOLO per carne, pesce e pollame con peso tra 100g e 2Kg. QUI troverete una tabella esplicativa. Per tutto il resto scongelare come spiegato al paragrafo precedente impostando 160W di potenza.

  1. Premere il tasto Scongelamento Rapido .
  2. Con i tasti +/- impostare il peso dell’alimento.
  3. Premere il tasto Start . Il tempo viene calcolato automaticamente sulla base del peso.
  4. A metà programma il forno si ferma e suona; aprire lo sportello e capovolgere/mescolare l’alimento che si sta scongelando, quindi premere ancora Start .

Cuocere a vapore

microonde Framtid

Il forno a microonde è dotato di una vaporiera in plastica color arancio composta da tre parti. Utilizzarla per cuocere a vapore verdure e pesce, freschi o surgelati, esclusivamente nel forno a microonde Framtid. QUI troverete una tabella con alcuni consigli per i vari alimenti.

  1. Versare nella parte inferiore della vaporiera (la più profonda) 100ml di acqua.
  2. Inserire la griglia ed appoggiarci l’alimento.
  3. Coprire con il coperchio ed inserire sul piatto in vetro del forno.
  4. Premere ripetutamente il tasto vapore per selezionare l’alimento da cuocere.
  5. Con i tasti +/- impostare il peso. Premere Start . Il tempo viene calcolato automaticamente sulla base del peso e del tipo di alimento.

Spero che utilizziate con cura e soddisfazione il forno a microonde Framtid e che mi informiate di eventuali problemi. I miei contatti sono nell’Home Book di SPQR!

microonde Framtid

Lavastoviglie Rengöra di Electrolux2018-11-15T21:51:30+00:00

Per la Casa Vacanze SPQR ho scelto la lavastoviglie Rengöra prodotta da Electrolux e commercializzata da Ikea. È una lavapiatti molto efficiente che offre 5 diverse funzioni di lavaggio, sicura e facile sia da usare che da pulire. Qui di seguito elenco alcuni brevi consigli per il suo utilizzo, mentre le istruzioni originali complete le trovate QUI.

Quali detergenti utilizzare?

  • Utilizzate sempre sapone in gel per lavastoviglie, sale per lavastoviglie e brillantante. Perché?
    1. Il sapone in polvere o in pastiglie si scioglie al 100% solo a temperature estremamente elevate, quindi rischiate di intasare lo scarico e di lavare male le stoviglie sfruttando solo una piccola parte del detersivo.
    2. Esistono in commercio pastiglie per lavastoviglie che incorporano sale e brillantante. Ve le sconsiglio caldamente. A Roma abbiamo un’acqua davvero molto dura (calcarea), che rende indispensabile usare il brillantante ed il sale erogati dalla lavastoviglie.

Caricare i cestelli della lavastoviglie Rengöra

  1. Prima di inserirle nella lavastoviglie, ripulite le stoviglie dai residui solidi e/o bruciati, oltre che dal formaggio fuso. Appesa sopra al lavello c’è un’apposita spazzola.
  2. Piatti, pentole e posate vanno caricati nel cestello inferiore, dove circola acqua più calda. Bicchieri ed oggetti di plastica nel cestello superiore. Non sovrapporre!
  3. Se volete inserire nella lavastoviglie anche i calici da vino, È OBBLIGATORIO L’UTILIZZO DELL’APPOSITO SUPPORTO: fissate con cura gli steli come nella foto qui sotto, altrimenti i calici si romperanno.
    lavastoviglie Rengöra
  4. Alla fine del carico verificare che le pale sotto i due cestelli possano girare liberamente.

Come usare la lavastoviglie Rengöra

  1. Accendete la lavastoviglie Rengöra (tasto più a sinistra) e verificate che le spie del sale  e del brillantante non siano accese; in tal caso rifornite come richiesto, oppure il lavaggio non darà buoni risultati. Per caricare il sale occorre l’apposito imbuto che si trova nel cassetto sotto il lavello.
  2. Caricate i cestelli e selezionate il programma di lavaggio:
    • Per piatti e bicchieri utilizzati in giornata il programma perfetto è , usa acqua molto calda e dura solo mezz’ora.
    • Se dovete lavare anche pentole e padelle vi consiglio di usare il programma ECO, dura molto più degli altri e lava benissimo.
    • Se alla sera non volete sentire rumore, fate comunque partire il programma di risciacquo , dura solo 14 minuti… ed al mattino ricordatevi di avviare il lavaggio vero e proprio!
  3. Se non state facendo un semplice risciacquo, versate il sapone in entrambe le vaschette del serbatoio, senza superare il livello massimo. Quella piccola serve per il prelavaggio.
  4. Avviate la lavastoviglie Rengöra chiudendo lo sportello.

Spero che utilizziate la lavastoviglie Rengöra con cura e che mi informiate di eventuali problemi. I miei contatti sono nell’Home Book di SPQR!

lavastoviglie Rengöra

Forno Realistisk di Whirlpool2018-11-15T21:52:54+00:00

Per la Casa Vacanze SPQR ho scelto il forno Realistisk prodotto da Whirlpool e commercializzato da Ikea. È un forno termoventilato che offre 6 diverse funzioni di cottura, sicuro e facile sia da usare che da pulire. Qui di seguito elenco alcuni brevi consigli per il suo utilizzo, mentre le istruzioni originali complete le trovate QUI.

forno realistisk

Apertura del forno Realistisk

Il forno è provvisto di una speciale leva di chiusura per garantire la sicurezza dei bambini. Questa leva di sicurezza si trova sul lato alto della porta del forno, a destra.
In pratica, per aprire lo sportello del forno bisogna spingere verso l’alto la leva di sicurezza mentre tirate verso di voi lo sportello. Se usate la destra, vi consiglio di fare così:

  • Afferrate il maniglione con le quattro dita tenendo il palmo della mano verso l’alto.
  • Contemporaneamente, spingete in alto la leva usando il pollice della stessa mano.

Come usare il forno Realistisk

Il forno Realistisk ha tre manopole sul pannello frontale in alto:

  1. Quella di sinistra vi permette di scegliere tra 6 diverse funzioni di cottura e di accendere la luce interna. Le due funzioni che secondo me possono esservi più utili sono:
    • Cottura ventilata, contraddistinta da questo simbolo . Serve sia a cuocere che a riscaldare qualunque tipo di cibo.
    • Scongelamento, contraddistinto da questo simbolo . Utile per velocizzare lo scongelamento dei surgelati.
      Vi sconsiglio di usare le funzioni con grill (simboli e ) per non sporcare troppo l’interno del forno!
  2. La manopola di destra vi consente di regolare la temperatura del forno (espressa in gradi Celsius). QUI potete trovare una tabella di conversione tra gradi Celsius e Fahrenheit.
  3. Con la manopola centrale potete programmare la durata della cottura. Ruotatela completamente in senso orario fino a fine corsa, poi riportatela sul tempo di cottura desiderato. Trascorso il tempo selezionato, il forno si spegnerà. Se questa manopola rimane sul simbolo  il forno non potrà accendersi.

Dopo ogni utilizzo, siete pregati di pulire a fondo il forno Realistisk!

 

forno Realistisk

Il forno Realistisk prodotto da Whirlpool e commercializzato da Ikea

Ferro da stiro Rowenta FOCUS ECO2018-11-15T21:54:07+00:00

Il ferro da stiro Rowenta che troverete nell’armadio guardaroba della camera Santa Caterina d’Alessandria è leggero e pratico da usare. Ho immaginato che con pochi giorni a disposizione per la vostra vacanza a Roma non vi avrebbe fatto piacere passare del tempo a leggere istruzioni complicate o ad aspettare la formazione del vapore in una caldaia esterna. Quindi, elenco qui di seguito le poche istruzioni che vi permetteranno di stirare rapidamente il vostro bucato durante il soggiorno alla Casa Vacanze SPQR. Le istruzioni complete del produttore le trovate QUI, mentre il sito della Rowenta è QUESTO.

 

Ferro da stiro Rowenta

Come si usa

  1. Accertarsi che la spina non sia collegata alla rete e che sia la levetta che la manopola non siano sulla posizione del simbolo “stiratura a vapore”.
  2. Aprire lo sportellino, tenere il ferro da stiro Rowenta in obliquo mentre si riempie il serbatoio con acqua del rubinetto, quindi richiudere lo sportellino. Non superare il segno “MAX”.
  3. Collegare la spina alla rete e regolare la temperatura del ferro sulla base delle indicazioni date dall’etichetta dei capi da stirare (il numero di pallini in etichetta dovrà corrispondere a quello sulla manopola). Sempre considerando il tipo di tessuto, posizionare la levetta sul simbolo “stiratura a vapore” o su quello “stiratura a secco”.
  4. Quando la spia del termostato si spegne significa che la temperatura desiderata è stata raggiunta: adesso potete iniziare a stirare!
  5. Al bisogno, con gli appositi pulsanti è possibile generare un getto di vapore potente o uno spruzzo d’acqua nebulizzata.
  6. Al termine della stiratura, riportare levetta e manopola in posizione “stiratura a secco” e staccare la spina.
  7. È importante svuotare con cura il serbatoio del ferro da tutta l’acqua non utilizzata!
  8. Prima di riporlo nuovamente al suo posto, lasciar raffreddare completamente il ferro da stiro Rowenta tenendolo in posizione verticale.

Mi raccomando, fate molta attenzione se usate il ferro da stiro Rowenta in presenza di bambini!

Macchina espresso Dolce Gusto by Nescafé2018-11-15T21:56:25+00:00

Per farvi gustare un buon caffè ho scelto di dotare la Casa Vacanze SPQR della macchina espresso Dolce Gusto modello “Piccolo”. Si tratta di un apparecchio manuale e poco ingombrante, ma in grado di preparare un espresso davvero ottimo. Oltre a ciò, la Nescafé ha reso disponibile sul mercato una gamma impressionante di capsule Dolce Gusto per vari tipi di caffè ed altre bevande calde e fredde, gamma di molto superiore a quella degli altri produttori. Credo pertanto che con una tale varietà possiate soddisfare i vostri gusti ed assecondare le vostre abitudini, da qualunque parte del mondo voi arriviate!

Macchina espresso Dolce Gusto

Come si usa

1. Riempire il serbatoio con acqua fredda. Accendere la macchina espresso Dolce Gusto ed attendere che la luce rossa dentro l’interruttore smetta di lampeggiare e diventi verde. Inserire la tazza sotto l’erogatore abbassando il supporto se necessario. Alzare la leva superiore, estrarre il vassoio porta-capsule, collocare una capsula e reinserire il vassoio.

Macchina espresso Dolce Gusto

2. Abbassare la leva superiore. Inclinare la levetta verso destra (rosso) per le bevande calde e a sinistra (blu) per quelle fredde. Riportare la levetta al centro terminando l’erogazione come desiderato. Per bevande a doppia capsula ripetere i passi da “a” a “f”. La vostra bevanda è pronta.

Macchina espresso Dolce Gusto

3. Alzare la leva superiore, estrarre il vassoio e smaltire la capsula utilizzata. Sciacquare il vassoio con acqua corrente da ambo i lati.
Reinserire il vassoio, abbassare la leva superiore e spegnere la macchina espresso Dolce Gusto.

Macchina espresso Dolce Gusto

In questa tabella ho elencato i principali tipi di capsule Dolce Gusto con il relativo volume da erogare. In realtà ne esistono molti altri; nei supermercati ne troverete una parte, se non trovate quello che vi interessa considerate che il maggiore assortimento è disponibile presso i negozi specializzati.

Il Manuale di Istruzioni originale pubblicato dal fabbricante si trova QUI. Ulteriori informazioni sulla macchina espresso Dolce Gusto ed il produttore si trovano a QUESTO sito web.

Cassaforte Yale2018-11-15T21:58:01+00:00

Per la vostra tranquillità e sicurezza ho fissato all’interno dell’armadio guardaroba della camera Santa Caterina d’Alessandria una piccola cassaforte Yale. La cassaforte è elettronica ed alimentata a batterie. Se doveste chiuderla per errore prima di memorizzare il vostro codice, considerate che può essere sbloccata esclusivamente con una chiave di cui esistono solo due esemplari. Uno lo tengo io e l’altro è a SPQR in un posto accessibile solo a me ed ai miei collaboratori. Il personale che effettua le pulizie non ha accesso alla chiave di sblocco. Pertanto, se la cassaforte Yale dovesse bloccarsi comunicatemelo sul portale attraverso cui avete prenotato.

Informazioni ufficiali sulla cassaforte Yale su QUESTO sito web.

cassaforte Yale

Come usare la cassaforte Yale

Memorizzazione di un nuovo codice personale: aprire lo sportello ed il comparto batterie e premere il bottoncino rosso. Si udiranno due bip e si accenderà la spia verde sul pannello frontale della cassaforte Yale. Entro 15 secondi, finché la spia verde è accesa, digitare il proprio codice (almeno 3 cifre) e premere ENTER. Si udirà una serie di toni di conferma. Richiudere il comparto batterie.

Chiusura: chiudere lo sportello e girare la maniglia verso il basso in senso orario.

cassaforte Yale

Apertura: digitare il codice e premere il tasto con la chiave. Girare la maniglia verso l’alto in senso antiorario ed aprire. Digitando 3 volte un codice sbagliato la cassaforte si blocca.

cassaforte Yale

Sostituzione batterie: da effettuare se inserendo il codice la spia rossa lampeggia. Se le batterie sono già scariche, aprire lo sportello con la chiave, aprire il comparto batterie ed inserire quelle nuove (4 di tipo AA). Premere il bottoncino rosso e richiudere il comparto batterie. Si udiranno due bip di conferma. Digitare il codice e premere ENTER. Dopo altri bip togliere la chiave.

cassaforte Yale

IMPORTANTE: LASCIANDO L’APPARTAMENTO VI PREGO DI VERIFICARE CHE LO SPORTELLO SIA APERTO, ALTRIMENTI L’OSPITE SUCCESSIVO NON POTRÀ APRIRLO!

Lavatrice Hotpoint Ariston2018-11-22T17:42:59+00:00

La Casa Vacanze SPQR è dotata di una moderna lavatrice Hotpoint Ariston modello FMSL 603 EU, un modello ad alta efficienza energetica (A+++). Qui di seguito vi propongo alcuni consigli, raccomandazioni e suggerimenti per effettuare facilmente e con la massima efficacia e rapidità il lavaggio e l’asciugatura del vostro bucato.

QUI troverete una versione ridotta del manuale di istruzioni ufficiale della lavatrice Hotpoint Ariston; il manuale originale completo è invece QUI.  Per informazioni sul produttore e sulla rete di assistenza, il sito ufficiale è QUESTO.

Lavatrice Hotpoint Ariston

Lavaggio

  1. Utilizzate sempre sapone liquido. Il sapone in polvere o in pasticche si scioglie al 100% solo a temperature molto elevate, quindi rischiate di intasare lo scarico e di lavare male i vostri panni sfruttando solo una piccola parte del detersivo che avete adoperato.
  2. Non caricate la lavatrice Hotpoint Ariston più del dovuto. Il carico massimo è di 6Kg e può diminuire secondo il programma che scegliete.
  3. Ritengo probabile che dobbiate lavare insieme panni di diversi colori e materiali, quindi vi consiglio di usare sempre i programmi 5 o 11 ECO, che sono adatti ad un bucato misto bianchi/colorati e sopportano fino a 6Kg di carico. Durano quasi tre ore ed effettuano la centrifuga.
  4. Non tentate di aprire l’oblò quando l’indicatore (l’ultimo a destra in basso sul pannello) è acceso. Si spegnerà circa 3 minuti dopo la fine del lavaggio; spegnete allora la lavatrice con il tasto ON/OFF ed aprite l’oblò, lasciandolo semiaperto dopo aver estratto il bucato.

Asciugatura

  1. Lo stendibiancheria pieghevole si trova nell’armadio della camera Santa Caterina d’Alessandria. Posizionatelo sempre all’interno del balcone! Il punto ideale è il muro a sinistra uscendo in balcone dalla cucina.
  2. Utilizzate sempre le mollette per fissare i panni: a quell’altezza la ventilazione li asciugherà velocemente e diventando leggeri potrebbero volare via!

Nota sull’armadio

L’armadio sul balcone va tenuto sempre chiuso con i tre chiavistelli e con il lucchetto che blocca il chiavistello centrale. Questo perché gli sportelli potrebbero aprirsi con il vento, che a quell’altezza può essere a volte molto potente. La chiave del lucchetto si trova nel portachiavi bianco che normalmente dovrebbe essere nel cassetto del piccolo tavolo in soggiorno. Se avete bisogno di aprire l’armadio per usare la lavatrice o verificare la caldaia, è molto importante che poi lo richiudiate con i tre chiavistelli ed il lucchetto.

Per qualsiasi informazione non esitate a contattarmi… buona permanenza!

 

Lavatrice Hotpoint Ariston

Lavatrice Hotpoint Ariston – pannello frontale